Finval ed il progetto Lucense 1923

FinvalLa piccola centrale idroelettrica che si trova a Montorio (Verona) è un edificio del ‘900 adagiato sulle correnti del torrente Fibbio che fino al 1985, ha prodotto energia elettrica sfruttando il salto d’acqua del torrente. Abbandonata per oltre 30 anni, nell’aprile 2016 sono iniziati i lavori di riqualificazione e rimessa in uso della struttura grazie all’intervento imprenditoriale di Finval (Finanziaria della Valpantena e Lessinia).

Finval Spa nasce dall’iniziativa di un gruppo di 90 soci di Verona, tra cittadini, imprenditori, manager, professionisti e simpatizzanti, con una grande passione in comune: “Concorrere allo sviluppo economico e sociale del territorio promuovendo l’attività delle imprese e degli operatori economici in genere, per favorire la crescita del bene comune, del benessere e della solidarietà tra le persone”.

Finanziaria Innovazione Valpantena Lessinia Spa, è una public company veronese promossa per incentivare lo sviluppo sociale ed economico dei territori di Verona attraverso la promozione di progetti innovativi, la riconversione industriale delle aziende locali e sviluppo di progetti di riqualificazione territoriale.

Il progetto Lucense 1923 è inserito all’interno dei progetti di riqualificazione territoriale di Finval, che opera sensibilizzando i cittadini e le loro associazioni al fine di raggiungere l’obiettivo comune di valorizzare il territorio e le sue persone.

La storica Lucense del 30 giugno 1923

Lucense storicaUn po’ di storia… Il 30 giugno del 1923, innanzi al notaio Francesco De Besi, compaiono 26 persone, tutti cittadini di Lugo di Grezzana (VR), compreso don Giuseppe Fontana, il curato della parrocchia. Quel giorno nacque la Società Idroelettrica “La Lucense”. Un progetto promosso dai cittadini del luogo con l’obiettivo di utilizzare le acque che scendevano dal Monte Tesoro per produrre energia elettrica e distribuirla tra i consumatori del paese e dei dintorni.

Una storia di sviluppo del territorio a nord est di Verona che ha visto la sua conclusione con la nazionalizzazione di tutte le centrali elettriche a seguito della nascita di ENEL (Ente Nazionale Energia Elettrica) nel 1963.

Nel 2016 nasce Lucense 1923 e deve il suo nome a quello della storica centrale idroelettrica “Lucense” che era stata costruita nel 1923 a Lugo di Grezzana dalle famiglie del luogo, per autoprodursi energia elettrica e portare sviluppo e benessere economico condiviso. Il nome di battesimo è stato sapientemente scelto per richiamare un modello in cui i cittadini siano i protagonisti della ricchezza del territorio.